In Edizione 2014, Gare cicloturistiche, L'Intrepida

Svelati in conferenza stampa i segreti de L’INTREPIDA. Sarà una 3° edizione da record

Ad Anghiari il 19 ottobre Fondriest, Moser, Bitossi e tanti altri campioni del passato!

Si è svolta ieri pomeriggio la conferenza stampa di presentazione della 3° edizione de L’Intrepida.

Programma e novità della cicloturistica non agonistica su bici d’epoca che si disputerà ad Anghiari (in provincia di Arezzo) domenica 19 ottobre sono stati svelati nel corso dell’incontro che ha avuto luogo presso i “Giardini del Vicario”, bar situato in uno degli angoli più belli del borgo tiberino. Le strade che il 29 giugno 1440 furono teatro della Battaglia d’Anghiari, scontro che ridefinì i confini del Granducato di Toscana e che fu poi reso celebre dal maestro Leonardo Da Vinci, ospiteranno il terzo atto della manifestazione organizzata dall’ASD GS Fratres Dynamis Bike. Sarà appuntamento imperdibile per gli appassionati di ciclismo d’epoca, ma anche per coloro che vorranno passare una giornata di sport all’insegna del divertimento e dello stare insieme, pedalando su splendide strade e ammirando panorami mozzafiato. Le prime due edizioni sono andate oltre ogni aspettativa, la terza si annuncia ancora più spettacolare. Per le gustose novità e per gli illustri ospiti presenti.

Al via de L’INTREPIDA 2014 ci saranno infatti formidabili campioni che con le rispettive imprese hanno scritto pagine indelebili nella storia del ciclismo come Maurizio Fondriest, Francesco Moser, Franco Bitossi, Italo Zilioli, Marcello Mugnaini e Roberto Conti. Sicuramente presenti anche l’ex professionista ed attuale Ct della nazionale italiana under 23 Marino Amadori, gli ex professionisti Renato Laghi, Massimo Codol e Daniele Righi e il giovane Ignazio Moser. A questi potrebbero poi aggiungersi anche Aldo Moser e Gilberto Simoni. Non saranno al via della cicloturistica a causa di impegni personali, ma saluteranno L’INTREPIDA partecipando alla cena in programma sabato 18 ottobre l’aretino Daniele Bennati che ha indossato la maglia azzurra nella gara iridata di Ponferrada 2014 e l’ex pro Paolo Fornaciari.

Un parterre incredibile a testimoniare come L’INTREPIDA sia diventata in appena tre edizioni un appuntamento di grande richiamo anche tra i campioni delle due ruote. I nomi sopra elencati sono infatti conosciuti anche dai non appassionati e porteranno con la loro presenza ulteriore lustro alla cicloturistica d’epoca anghiarese. I partecipanti avranno quindi il piacere di pedalare nelle zone più belle della Toscana ed accanto a corridori che in carriera hanno vinto Mondiali, Giri d’Italia e tante altre gare di spessore mondiale.

Alla conferenza stampa sono intervenuti il Sindaco di Anghiari Riccardo La Ferla, i rappresentanti dell’ASD Gs Fratres Dynamis Bike con in testa il presidente Fabrizio Graziotti, il Direttore Generale della Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Fabio Pecorari e Pilade Nofri, amico de L’INTREPIDA che ha contribuito in modo decisivo (assieme a Pasquale Morini della Marconi Arredamenti) per portare stelle di prima grandezza del ciclismo alla 3° edizione della cicloturistica.

Nell’incontro, concluso con un gustoso aperitivo, sono state indicate le caratteristiche principali de L’INTREPIDA.
Di seguito un breve resoconto.

PROGRAMMA – Sabato 18 ottobre la ciclo-gastronomica, le visite guidate ai Musei della zona, al Castello di Galbino e alla Tessitoria Busatti e la cena al Castello di Sorci con la cucina toscana e gli stornelli della Compagnia dei Ricomposti. Domenica 19 ottobre il piatto forte della manifestazione con la partenza de L’Intrepida che avverrà alle ore 9:00 da Piazza Baldaccio.

I 2 PERCORSI – Quello lungo da 85 km e quello corto da 42 km attraversando splendidi paesaggi e percorrendo le strade bianche tipiche del territorio (40% circa del totale in ognuno dei due tracciati).

La pedalata sarà caratterizzata dai sempre apprezzati ristori d’epoca (situati nelle località Ponte alla Piera, Felcino Nero, Citerna) e si concluderà con il pasta party curato dal ristorante La Meridiana. 5 i comuni toccati. Partenza controllata dal Moto Club Il Ferraccio “Baldaccio Corse” con la gradita collaborazione del Club Auto Moto d’Epoca il Saracino di Arezzo.

REGOLAMENTO – Saranno ammessi soltanto coloro che si presenteranno ai nastri di partenza muniti di bici da corsa su strada costruite prima del 1987 (con telaio in acciaio, leve del cambio posizionate sul tubo obliquo del telaio, pedali muniti di fermapiedi e cinghietti e passaggio dei fili dei freni esterno al manubrio) e vestiti con abbigliamento consono all’evento.

EVENTI COLLATERALI – In Piazza Baldaccio i mercatini storici, presso i locali dell’ex Mattatoio l’esposizione di biciclette d’epoca curata da Daniele Mondani e Simone Pennacchini.

RICONOSCIMENTI – Non ci saranno classifiche e vincitori, ma alcuni premi speciali. Tra questi anche le targhe ricordo che i rappresentanti del Comitato Giovani Soci della Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo consegneranno al più giovane e al più “esperto” tra i partecipanti.

ISCRIZIONI – Resteranno aperte fino a sabato 18 ottobre. Fino a venerdì 17 via internet (entrando nel sito www.lintrepida.it), sabato 18 ottobre invece direttamente in Piazza Baldaccio ad Anghiari.

Doveroso segnalare che gli iscritti a poco più da una settimana dal via superano di gran lunga quelli registrati nella scorsa edizione allo stesso momento.

Sarà quindi con ogni probabilità una terza edizione da record (e le sorprese potrebbero ancora non essere finite). Appuntamento ad Anghiari il prossimo 19 ottobre. Per pedalare in libertà e spirito di amicizia assieme ai campioni del ciclismo e in un angolo di Toscana ricco di fascino, di storia e di ineguagliabili paesaggi. “Prendi la tua vecchia bicicletta allora, vestiti senza tempo e pedala dentro la Storia.. Stavolta non bisogna essere soldati, ma intrepidi ciclisti”.

 

I CAMPIONI AL VIA DE L’INTREPIDA 2014

FRANCESCO MOSER

Trentino (nato a Giovo) classe 1951, professionista dal 1973 al 1988.

– Con 273 vittorie in carriera è l’italiano più vincente nella storia del ciclismo ed è 3° all-time alle spalle dei belgi Merckx (426) e Van Looy (379)

– Campione Mondiale su strada a San Cristobal nel 1977. Anche argento a Ostuni nel 1976 e a Nurburgring

– Campione Mondiale su pista nell’inseguimento a Monteroni di Lecce nel 1976 e argento nell’inseguimento ad Amsterdam nel 1979

– Tra i suoi successi 1 Giro d’Italia (1984), 3 Parigi-Roubaix (1978, 1979, 1980), 2 Giro di Lombardia (1975

e 1978), 1 Milano-Sanremo (1984), 1 Freccia Vallone (1977), 1 Gand-Wevelgem (1979), il record dell’ora e

MAURIZIO FONDRIEST

Trentino (nato a Cles) classe 1965, professionista dal 1987 al 1998

– 68 vittorie in carriera

– Campione del Mondo su strada a Renaix nel 1988

– Tra i suoi trionfi 2 Coppe del Mondo (1991 e 1993), 1 Milano-Sanremo (1993), 1 Freccia Vallone (1993) e 1 Campionato di Zurigo (1993).

FRANCO BITOSSI

Toscano (nato a Carmignano, Prato) classe 1940, professionista dal 1961 al 1978

– 171 vittorie in carriera

– Tra i suoi successi spiccano 21 tappe al Giro, 4 al Tour, 2 Giro di Lombardia (1967 e 1970), 2 Campionato di Zurigo (1965 e 1968) e 3 titoli italiani. Nella storia l’argento conquistato ai Mondiali di Gap 1972 quando sul traguardo fu superato dal connazionale Marino Basso. Fu anche bronzo iridato nel 1977 a San Cristobal.

ITALO ZILIOLI

Piemontese (nato a Torino) classe 1941, professionista dal 1962 al 1976

– 39 vittorie in carriera

– Tra i suoi successi 5 tappe al Giro, 1 al Tour e il Campionato di Zurigo nel 1966.

MARCELLO MUGNAINI

Toscano (nato a Montemignaio, Arezzo) classe 1940, professionista dal 1964 al 1969

– 4 vittorie in carriera tra cui 2 tappe al Giro d’Italia e 1 al Tour de France.

ROBERTO CONTI

Romagnolo (nato a Faenza) classe 1964, professionista dal 1986 al 2003

– 2 vittorie in carriera tra cui 1 tappa al Tour de France del 1994. Conta 16 partecipazioni al Giro d’Italia e 11 al Tour de France.

MARINO AMADORI

Romagnolo (nato a Predappio) classe 1957, professionista dal 1978 al 1980.

– 8 vittorie in carriera ed attuale Commissario Tecnico della nazionale italiana Under 23.

RENATO LAGHI

Romagnolo (nato a Errano) classe 1944, professionista dal 1967 al 1969 e vincitore di 1 tappa al Giro d’Italia. Ai nastri di partenza anche il toscano Daniele Righi (nato a Colle Val d’Elsa, classe 1976, professionista dal 2000 al 2012), il lombardo Massimo Codol (nato a Lecco, classe 1973, professionista dal 1998 al 2012) ed il trentino Ignazio Moser (nato a Palù di Giovo, classe 1992), figlio di Francesco Moser che si è messo in luce nelle categorie giovanili e che in estate ha appeso la bici al chiodo per dedicarsi all’azienda di famiglia.

Ufficio stampa L’INTREPIDA

Daniele Gigli

Cell: +39 347 9468224

e-mail: danielegigli78@gmail.com

Organizzazione: ASD GS FRATRES DYNAMIS BIKE (Anghiari)

 

Post recenti
CONFERENZA STAMPA 2014