In Gare cicloturistiche, L'Intrepida, Notizie in primo piano

Anghiari e L’Intrepida si preparano a salutare il passaggio del Giro d’Italia di sabato 14 maggio. Quasi ultimati i preparativi con Corso Matteotti e le mura addobbate di rosa. 

 

Anghiari e L’Intrepida si apprestano a vivere la magia del Giro d’Italia. Nel primo pomeriggio di sabato 14 maggio (tra le 15:00 e le 15:30 stando alla tabella di marcia) la carovana rosa arriverà da Monterchi ed entrerà nel territorio anghiarese passando per la frazione di San Leo e scalando le ardue pendenze di Corso Matteotti (la “Croce” o la “Ruga di San Martino” che dir si voglia) attraversando quindi la storica salita che divide in due il “Paese della Battaglia”. Il transito dei corridori verrà salutato dal numeroso pubblico che di certo si assieperà ai bordi della strada e che regalerà alla competizione una “cornice da brividi”. Un colpo d’occhio di incredibile fascino che porterà, grazie alla diretta televisiva, l’immagine di Anghiari in giro per il mondo. Le due ali di folla saluteranno la carovana rosa e omaggeranno il Giro d’Italia. Lo spettacolo sarà reso ancora più bello dalla coreografia prevista per sabato 14 maggio dal Comune di Anghiari, dal gruppo che organizza L’Intrepida (la cicloturistica su bici d’epoca che il prossimo 16 ottobre vivrà il 5° atto della sua storia), dalle associazioni anghiaresi e dai commercianti.

 

palloncini rosa per Giro d'Italia L'Intrepida Anghiari

 

Il Giro è rientrato in Italia dopo i primi giorni vissuti in terra olandese e nella sua 8° tappa regalerà un sabato di festa alla provincia di Arezzo ed ovviamente anche ad Anghiari. La corsa rosa non è infatti solo un evento ciclistico, ma è la competizione più amata, la manifestazione che fin dalla sua nascita ha fotografato la storia del nostro paese (con le varie evoluzioni) ed è in primis una leggenda senza tempo che ha esaltato le imprese di autentici eroi e scritto immortali epopee. Il Giro d’Italia non entra solo nelle case degli sportivi, ma porta il pubblico ai bordi delle strade regalando momenti magici ed indimenticabili.

 

rosa L'Intrepida saluta il Giro d'Italia ok

 

Anghiari è pronta al grande giorno e renderà il doveroso omaggio alla competizione color Gazzetta. Corso Matteotti verrà colorato con oltre 2000 palloncini rosa, le mura antiche verranno addobbate con una stoffa dello stesso colore. A completare gli allestimenti anche la scritta di saluto che verrà messa in risalto grazie alle riprese effettuate come in ogni tappa dall’elicottero. La macchina che si occuperà dei preparativi è già all’opera da mesi e lo spettacolo è garantito. La mattinata di festa si aprirà con il passaggio della “Pedalata Mediolanum” che scatterà da Monterchi intorno alle ore 11:00 e che sosterà per alcuni minuti ad Anghiari prima di ripartire alla volta di Arezzo. Gli appassionati si potranno unire al gruppo che comprenderà alcuni campioni del passato come Francesco Moser, Maurizio Fondriest (padrino tra l’altro de L’Intrepida), Paolo Bettini e Gianni Motta. A seguire ci sarà il passaggio della carovana pubblicitaria che anticiperà di un paio d’ore il transito della corsa vera e propria. Una festa in piena regola che Anghiari si appresta a vivere con passione e con la voglia di partecipare a questo magico evento. Un evento a cui L’Intrepida ed il Comune di Anghiari lavorano da tempo e che hanno contribuito a rendere possibile.

 

scritta singola per palloncini Giro d'Italia

 

L’intenso fine settimana de L’Intrepida proseguirà nella giornata di domenica 15 maggio, quando i ragazzi del GS Fratres Dynamis Bike avranno l’onore di aprire la Cronoscalata Storica dello Spino, gara riservata ai motori che si svolgerà a Pieve Santo Stefano. L’Intrepida ed il Moto Club Il Ferraccio di Anghiari saranno protagonisti della sfilata storica (inizio alle ore 9:00) che anticiperà la competizione agonistica. Un invito che ha riempito di gioia il presidente Fabrizio Graziotti e tutta L’Intrepida.

 

 

Articoli consigliati
Anghiari e L'Intrepida in fermento per il passaggio del Giro d'ItaliaAnghiari e L'Intrepida in fermento per il passaggio del Giro d'Italia